venerdì 22 agosto 2014

Grandi speranze


Titolo: Grandi speranze
Titolo originale: Great expectations
Regista: Mike Newell
Anno: 2012
Genere: drama


Come puoi concedere a quell'uomo le attenzioni, i sorrisi, gli sguardi che mai rivolgi a me?

Grandi speranze è un film indipendente girato nel 2012 da Mike Newell che si basa sull'omonimo romanzo di Charles Dickens. Quest'opera fu pubblicata per la prima volta a puntate, ed ha visto nel corso del tempo numerosi adattamenti sopratutto per il grande schermo. 
Il romanzo narra le vicende di un giovane orfano di nome Pip, che vive tra la fucina di suo cognato ed una grande villa, proprietà di una signorina non proprio del tutto normale, e del suo affetto per una giovane, Estella


La rappresentazione più importante del film, e del romanzo, è il percorso di crescita del giovane, proprio del genere bildungsroman (ovvero romanzo di formazione, che narra le vicende del personaggio principale dalla prima infanzia al raggiungimento della maturità), che, grazie ad una misteriosa eredità, si eleva socialmente e culturalmente. Anche se in questo modo egli può accorgersi di quanto di negativo ci sia nella società dei gentiluomini dell'epoca. 


Nonostante ciò, l'amore non diventa un elemento secondario, anzi, attraverso la storia d'amore della signorina Havisham e quella del protagonista, resta una costante del film anche se ne mostra due facce completamente differenti. 
Un ulteriore amore rappresentato è quello fraterno tra il protagonista e Joe, che resta saldo nonostante le loro spiacevoli divergenze a Londra

Scacciato dalla mente, dici? Tu sei in ogni mio pensiero. Sei parte della mia esistenza, sei parte di me. Te l'ho detto, sei ovunque io guardi; in ogni riga che abbia mai letto dalla prima volta in cui venni qui. Tu sei nel fiume, sei nelle vele delle navi, sei nel mare, nelle nuvole, nelle pietre di Londra. Fino alle ultime ore della mia vita, tu rimarrai in me. Parte di quel poco che c'è di buono e parte del male. Anche se io ti associerò sempre al bene!


Il racconto di Dickens, ed in questo caso anche del film, ha come scopo quello di portare alla luce l'influenza che ha la presenza di sentimenti, o la loro mancanza, e quanto questo interferisca sulla vita e sulle azioni delle persone. A tale proposito, bisogna parlare del personaggio di Estella, una figura rivoluzionaria per quanto riguarda il panorama delle eroine. Ella viene presentata come una creatura incapace di provare sentimenti e cresciuta per spezzare il cuore agli uomini. Cosa attribuibile all'educazione fornitale dalla signorina Havisham, personaggio innovativo anch'esso, e la cui interprete, Helena Bonham Carter, ho letteralmente adorato. Quest'ultima, insieme agli altri attori esperti, Robbie Coltrane e Ralph Fiennes, oltre a fare una rimpatriata con i colleghi del set di Harry Potter, ha dato alla pellicola un certo spessore e l'ha elevata per recitazione.


Il trailer del film
video

Voto:4/5

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...